Newsroom

Torna alla Newsroom

Buenos Aires, l'arte urbana più vibrante dell'America Latina

di Miriam Del Oso
30-12-2021

Centinaia di artisti locali e internazionali scelgono la città di Buenos Aires per esprimersi e riempire di colore i suoi muri. Un tour per Buenos Aires è un'esperienza artistica unica e indimenticabile che Visit Argentina vuole mostrarti

A Buenos Aires tutto può trasformarsi in arte: muri, facciate, ponti, autostrade e serrande. Più di 15000 m2 con incredibili scenari all'aperto: animali giganti, oceani, idoli, tango, visioni della realtà dai colori intensi che si concretizzano a Buenos Aires come uno dei movimenti di arte urbana più vibranti dell'America Latina.  Artisti emergenti e affermati di tutto il mondo scelgono Buenos Aires per esprimersi e trasformare spazi grigi e dimenticati in immensi murales che attirano visitatori stranieri, fotografi e appassionati che vengono per ammirare la sua street art.
Dove si trovano?
Buenos Aires è un museo a cielo aperto, e sebbene questi murales siano sorprendenti in tutte le zone della città, Barracas, La Boca, Monserrat, Congreso, Palermo, Colegiales e Villa Crespo sono i quartieri più colorati.

Barracas
Questa ex zona industriale concentra il lavoro di diversi artisti urbani, tra cui Alfredo Segatori con El Returns de Quinquela, il murale più grande al mondo e uno di quelli da non perdere a Buenos Aires. Misura 2000 m2 ed è stato realizzato con un aerografo a mano libera. Pedro Luján e il suo cane, con l'imponente tartaruga tridimensionale, un’opera di Martín Ron, artista con più di 300 opere in giro per il mondo che ha appena vinto il premio Street Art Cities. Nel Pasaje Lanín, di soli due isolati, ci sono 35 case, una pasticceria e le luminarie sono illuminate con colori, murales e mosaici, opera di Marino Santa María. 

La Boca
È il quartiere del colore, con il pittore Benito Quinquela Martín come suo massimo riferimento. Un murale di Omar Gasparini decora la facciata del magazzino del teatro Catalinas. Hanno anche riciclato le lamiere e il legno di un vecchio caseggiato per mettere in risalto personaggi della sponda del fiume, come malviventi, immigrati e marinai, accanto agli idoli di Buenos Aires come Benito Quinquela Martín, Carlos Gardel, Diego Maradona e Juan de Dios. 

Caminito
Da quando Quinquela Martín ha trasformato questa piccola strada acciottolata in una passeggiata per la gente del posto, Caminito è un percorso obbligato a La Boca. Nei suoi dintorni ci sono diversi murales: uno dedicato ai vigili del fuoco volontari, un altro con la classica banda di carnevale e uno che omaggia le Abuelas di Plaza de Mayo.

La Bombonera
Lo stadio del Boca Juniors ha un murale di Quinquela Martín che ricrea il momento della scelta dei colori del club. All'esterno ci sono fregi di Rómulo Maccio e Pérez Celis.

San Telmo
Tra vecchie strade e case coloniali compaiono opere di artisti come El Marian, lo spagnolo Ayrz, il cubano Jorge Rodríguez-Gerada e i colombiani Seta Fuentes e Deen. È inoltre possibile visitare la mostra permanente sul fileteado, arte dichiarata Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità nel 2015.

Microcentro
A pochi passi dalla Cattedrale, sulla linea A della metropolitana, si trova un murale in ceramica dedicato alla celebre Mafalda, di Quino. All'angolo tra Av. de Mayo e Av. 9 de Julio, un'enorme opera commemora il compositore Astor Piazzolla. Anche in questo quartiere, il Proyecto Persiana, guidato da Santiago Cavanagh, ricopre le serrande con giungle, oceani o musica.

Palermo
Uno dei quartieri più importanti per i suoi murales, ci sono opere di artisti come l’australiana Magee, Caballo Stencil del collettivo Vómito Attack e la Galería Unión con una mostra permanente di arte urbana.

Colegiales
Sui muri di questo quartiere si trovano murales realizzati da Franco Fasoli, l'inglese Jim Vision, Gualicho e Juan Cuello, e molti altri artisti. Nel 2013, Colegiales ha ospitato il “Meeting of Stlyes”, il festival della street art.

Scopri di più sulla Street Art su https://www.argentina.travel/es

Contatta l'autore

Miriam Del Oso

Per contattare l’autore scrivi a: redazione@notiziabile.it

Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK