Newsroom

Torna alla Newsroom

"Ho dato fuoco alla metro gialla", il fascino e le infinite contraddizioni di Milano nel nuovo romanzo di Carlo Bossi

di Giulia Biava
18-11-2020

In una Milano imbruttita, dove gli stagisti sfruttati e senza prospettive sono sempre più numerosi, una stagista decide di cambiare le regole del gioco e di dare fuoco alla metropolitana gialla, il giorno delle elezioni europee.

Pubblicato giovedì 29 ottobre 2020 dalla casa editrice bookabook, Ho dato fuoco alla metro gialla è il romanzo d’esordio di Carlo Bossi, marketing manager milanese.

Milano, maggio 2019, dare fuoco alla metro gialla, fermata: crocetta. Valeria Conti è una stagista insoddisfatta come tante, ma quello che la contraddistingue dagli altri stagisti milanesi è la voglia di cambiare le cose e scuotere la società contemporanea, ammalata di cinismo.

Valeria Conti, detta La Contessa, è anche la capo terrorista di un gruppo di tre ragazzi con un piano ben preciso: colpire Milano nel suo centro più attivo, la metropolitana. Un romanzo milanese tremendamente contemporaneo, la voglia di rivalsa di un’intera generazione che è stanca di stare in silenzio e inizia a fare qualcosa per cambiare il proprio futuro.

Un attentato! Davvero può essere questa la soluzione? Se lo domanda Claudio, superiore di Valeria, che scopre il piano dei tre neo-terroristi e cerca di fermarli. Ma forse hanno ragione? Forse alla società serve davvero una scossa?   Cosa sceglierà di fare Claudio? Salvare Milano o condannarla per sempre? 


Sinossi: Milano, 2019. In una società cieca e sorda ai bisogni dei più e alla sofferenza del pianeta, mandata avanti dall’egoismo e dalla distrazione come obiettivo quotidiano, tre universitari, stagisti usa e getta, decidono di farsi finalmente ascoltare, a tutti i costi.  Il modo migliore per attirare i riflettori della politica e dell’opinione pubblica? Dare fuoco alla metro gialla, nel giorno delle elezioni. Basta sottomissione, basta ipocrisie. Un sacrificio necessario, crudo e veloce. Tutto procede secondo i piani, fino a quando la Contessa, stagista-capo terrorista, viene scoperta dal suo tutor, Claudio, trentenne in crisi esistenziale, che passa il tempo tra cannette, limoni occasionali, citazioni di Brecht, attacchi di panico e musica indie. All’improvviso sente di avere una missione: deve fermarla. Salvare lei. Salvare Milano. Ma un dubbio gli si insinua nel profondo… la Contessa ha davvero torto?   

Dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, i libri vengono proposti alla community di lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni, mettersi a disposizione per eventi di presentazione. I lettori possono scaricare l’anteprima di un libro e, se desiderano, continuare la lettura possono pre-ordinare i manoscritti inediti nel formato che preferiscono (cartaceo o ebook).     
Ho dato fuoco alla metro gialla è disponibile in tutte le librerie, anche in digitale in formato ebook, sul sito di bookabook e su Amazon.

Carlo Bossi nasce a Milano nel 1987. Dopo aver trascorso infanzia e adolescenza tra Liguria e Salento, rientra a Milano nel 2006, dove si laurea. 
I tredici anni vissuti a Milano da marketing manager milanese e studente fuorisede allo stesso tempo gli hanno permesso di scoprire il fascino e le infinite contraddizioni della città, raccontate nel suo romanzo di esordio, Ho dato fuoco alla metro gialla
   

About bookabook 
bookabook è la prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding. Nata nel 2014, quella di bookabook è un’editoria innovativa in cui i lettori sono protagonisti della vita dei libri: dopo una pre-selezione qualitativa delle proposte a cura di editor professionisti, i libri vengono proposti alla community di lettori che può accedere alle bozze, interagire con l’autore, scambiare opinioni, mettersi a disposizione per eventi di presentazione. I lettori possono scaricare l’anteprima di un libro e, se desiderano, continuare la lettura possono pre-ordinare i manoscritti inediti nel formato che preferiscono (cartaceo o ebook), contribuendo così a renderne possibile la pubblicazione: i libri che raggiungono durante la campagna di crowdfunding l’obiettivo di 200 copie vengono infatti pubblicati da bookabook.

Scarica l'immagine
Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK