Newsroom

Torna alla Newsroom

Rapporto sullo stato della Shared Mobility 2020 di MOQO

di Hermann Pilgram
19-01-2021

Chiara categorizzazione dei concetti di mobilità condivisa Uno studio di mercato in corso di MOQO, specialista in Shared Mobility, analizza lo sviluppo dell'economia della mobilità condivisa e lo utilizza per sviluppare una presentazione strutturata e chiara delle sue varie caratteristiche, con definizioni chiare e termini univoci. Ciò è particolarmente importante in quanto un mercato dinamico come quello della mobilità condivisa, con tante nuove creazioni di parole, ha bisogno di termini chiari per una buona comunicazione. Lo studio di mercato offre anche dati interessanti sullo stato della mobilità condivisa in Germania.

Lo sviluppo dell'economia della shared mobility è simile allo sviluppo delle specie in biologia. All'inizio esiste un solo tipo, poi, a seconda delle rispettive condizioni ambientali, si sviluppano sempre più diversificazioni. Queste varianti determinano a loro volta anche gli ecosistemi. Il processo di descrizione e classificazione di questi è chiamato tassonomia. Questo è esattamente ciò che fa il Rapporto sullo stato della mobilità condivisa 2020 di MOQO, cioè creare una tassonomia dell'economia della mobilità condivisa. Le prime iniziative di car sharing sono nate in Germania circa 30 anni fa. Il comportamento di mobilità è cambiato nel corso degli anni. Il mercato è cresciuto e insieme alla crescita del mercato sono emersi sempre più concetti di mobilità condivisa. Oggi ce ne sono dozzine e ci sono ben più di cento fornitori. Come spiega il dott. Michael Minis, co-fondatore e CEO di MOQO: “In base alla nostra esperienza, riteniamo che una chiara categorizzazione e termini associati chiari siano molto importanti nell'economia della mobilità condivisa. Un modello di business deve adattarsi all'ambiente, all'ecosistema in cui vuole stabilirsi, ad esempio nelle aree urbane o in campagna. Oppure deve avere la forza di cambiare questo ecosistema in modo tale da trovarvi un posto. In ogni caso, è importante sapere esattamente di cosa si sta parlando." Al fine di rendere più chiari i numerosi termini usati nella Sharing Mobility Economy, MOQO distingue tra due categorie fondamentali: "Goods Sharing" e "Service Sharing". Otto forme pratiche di attuazione sono raggruppate sotto queste sul mercato attuale. "Goods sharing descrive la condivisione di oggetti fisici, ad esempio un'automobile o una bicicletta", spiega Franz Kayser, Business Development di MOQO e coautore del rapporto. “Un fornitore offre un veicolo che viene poi utilizzato per un percorso specifico. A seconda del percorso, distinguiamo quindi tra condivisione di andata e ritorno (Round-Trip-Sharing), condivisione a senso unico (One-Way-Sharing) e condivisione libera (Free-Floating-Sharing)". Michael Minis aggiunge: "Service Sharing significa fornire servizi nel settore della mobilità. Uno degli archetipi è il car pooling. Sulla base delle possibilità di digitalizzazione, qui stanno emergendo sempre più concetti. Distinguiamo tra ride sharing, fondamentalmente il modello del car pooling, e i servizi di ride selling, che sono servizi di trasporto a pagamento, commissionati digitalmente". Oltre a queste categorizzazioni, il Rapporto sulla Shared Mobility 2020 di MOQO offre molte altre informazioni interessanti, tutte presentate con semplici grafici di facile comprensione. Ciò include le diverse forme di fornitura e relazioni con i clienti, la distribuzione secondo la struttura di liquidazione e molto altro ancora. Il rapporto si basa sui dati di 162 fornitori di mobilità. Il rapporto è disponibile gratuitamente in tedesco su https://moqo.de/shared-mobility-status-report-2020 e in inglese su https://moqo.de/en/shared-mobility-status-report-2020. Informazioni su MOQO Dietro MOQO c'è la società Digital Mobility Solutions GmbH con sede ad Aquisgrana con il suo amministratore delegato Dr. Michael Minis. Gli abitanti di Aquisgrana si definiscono specialisti della mobilità condivisa e offrono una piattaforma professionale che può essere adattata a un'ampia varietà di offerte di mobilità. L'app MOQO consente la condivisione di tutti i veicoli immaginabili (auto, biciclette, motocicli, scooter e molto altro) e offre agli operatori e agli utenti dei veicoli uno strumento chiaro e conveniente appositamente elaborato per questo. Gli esperti di Digital Mobility Solutions GmbH vantano numerosi anni di esperienza e di know-how acquisito nel campo della mobilità condivisa per lo sviluppo dell'app MOQO.
Aggiungiamo due grafici per l'illustrazione. Potete usarli per i vostri rapporti: © MOQO


Scarica l'immagine

Contatta l'autore

Hermann Pilgram

schoenafinger@tema.de

https://moqo.de/en

Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK