Newsroom

Torna alla Newsroom

Turismo di prossimità, turismo rurale o montano: i nuovi orizzonti. Partiamo dal PIemonte sull'asse Torino -Cuneo -Asti

di Natasha C.
22-04-2021

Circa 1300 luoghi di culto tra chiese, abbazie e santuari. Oltre 300 musei e teatri. 200 eventi, fiere e manifestazioni, 150 parchi e riserve, laghi e grotte, spalmati su 500 comuni delle 3 province piemontesi, inseriti in ordine decrescente per popolazione residente. La guida turistica, un condensato di curiosità, notizie storiche, enogastronomiche, indirizzi utili sull’asse Torino-Cuneo-Asti, disponibile su Amazon, in ebook e paper book, è stata scritta da Andrea Busso e Wilma Zanelli. Ma chi sono i due autori?

La guida turistica “Viaggio per l’Italia. Piemonte- Torino -Cuneo – Asti” è fresca di stampa. Nel 1° volume sono stati recensiti oltre 1000 luoghi d’interesse tra castelli, palazzi e monumenti. Circa 1300 luoghi di culto tra chiese, abbazie e santuari. Oltre 300 musei e teatri. 200 eventi, fiere e manifestazioni, 150 parchi e riserve, laghi e grotte, spalmati su 500 comuni delle 3 province piemontesi, inseriti in ordine decrescente per popolazione residente. La guida turistica, un condensato di curiosità, notizie storiche, enogastronomiche, indirizzi utili sull’asse Torino-Cuneo-Asti, disponibile su Amazon, in ebook e paper book, è stata scritta da Andrea Busso e Wilma Zanelli. Ma chi sono i due autori? Wilma e Andrea sono due generazioni a confronto. Lei nasce con la passione per la scrittura e la comunicazione che trova sfogo nelle prime emittenti libere e nelle tv locali, nei tanti concorsi letterari di prosa e poesia (in cui ottiene soddisfacenti risultati). Di lì il passo è breve. Giornalista, autrice (11 i libri pubblicati) è sempre alla ricerca di nuove progettualità. Riceve premi e menzioni, tra cui medaglia d’oro dall’Associazione Combattenti e Reduci Vda e varie investiture. Hanno scritto di lei:”… E’ una fucina di idee, un vulcano in gonnella, un laboratorio di progetti innovativi che sforna a getto continuo. Ma dove troverà tanta energia questa giovane signora? Forse nel suo Dna perchè nel suo albero genealogico si notano personaggi di grande spessore storico ed umano… un Capitano di Ventura, un Cardinale ed anche un Papa e tanti mecenati, eroi di guerra…” Andrea Busso sommelier Fisar professionista, classe 84, vive l’adolescenza tra passioni sportive, partite di Basket, diventando poi allenatore di una squadra femminile, di tanto in tanto si dedicò all’arbitraggio, ama la bici da corsa, la mountain bike, la pesca di lago, la filatelia e numismatica (adora partecipare alle aste), s’appassiona alla storia e alla politica e s’iscrive alla Facoltà d Economia e Commercio. Per una decina di anni lavora in uffici tecnici e commerciali sia come dipendente che autonomo. S’ iscrive alla Camera di Commercio come agente immobiliare, agente di commercio . Consegue, inoltre, il diploma di croupier. Parla inglese, francese, russo, conosce il portoghese e il rumeno. Nel 2010, ottenuto il diploma di Sommelier, cambia strada e professionalmente, si avvia nel mondo del food & beverage. Da quel momento le due generazioni, madre e figlio, si mettono a confronto sul piano lavorativo, fianco a fianco, nella società Aquolinae. Insieme diventano una forza. Idee e progetti in continuo sviluppo sono all’ordine del giorno. L’economia è in crisi, servono idee innovative, trasformazioni, è fondamentale seguire, anzi anticipare i tempi. Wilma fonda il magazine on line Luxury Food and job a supporto di un nuovo progetto fuori Ue, mentre nel 2019 Andrea fonda in Ucraina la società “Gusto Italiano Итальянскии вкус “. La mission è promuovere il Made in Italy, divulgare la cultura enogastronomica, la conoscenza del grande paniere di prodotti italiani e della cucina regionale italiana in Ucraina, nonchè quella di presentare ed esportare il meglio dei prodotti Made in Italy attraverso Fiere, concept, degustazioni, promozioni e marketing personalizzati. E quando pandemia porta al blocco di ogni attività, alla chiusura delle frontiere, Wilma e Andrea proseguono il loro impegno nella promozione e divulgazione stilando 6 guide turistiche. Due generazioni a confronto, insieme sono una forza della natura. La speranza sarebbe quella d’esser riconosciuti per l’impegno e la competenza acquisita, come ” Piccoli ambasciatori del Made in Italy in Ucraina”

Scarica l'immagine
Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK